Loading...
Sei qui:  Home  >  Leggi e Normative  >  Current Article

Credito d’imposta per gli investimenti in Sicilia

By   /   18 Febbraio 2014  /   Nessun Commento

Quando viene avviata per la prima volta, l’applicazione potrebbe visualizzare la finestra di dialogo Avviso di protezione contenente informazioni sul fornitore del software (Agenzia delle Entrate); considerare affidabile il fornitore di software e selezionare il tasto Esegui per continuare con l’installazione. Per avviare l’applicazione successivamente alla prima volta, è sufficiente selezionare il precedente link oppure, esclusivamente sui sistemi operativi Windows, eseguire l’applicazione da Start/Tutti i programmi/Unico on line.

Indipendentemente dal metodo di avvio scelto, l’applicazione si connette al server Web per verificare l’esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede all’eventuale aggiornamento. In tal modo l’utente ha la garanzia di utilizzare sempre l’ultima versione dell’applicazione senza dover eseguire complesse procedure di aggiornamento.

Operazioni preliminari Software Windows Software Macintosh Aggiornamenti

Operazioni preliminari

Per eseguire il software è necessario utilizzare la Java Virtual Machine versione 1.6 Software per utenti Windows Icona di Verifica Firma SoftwareSoftware ICIS versione 1.0.3 del 03/02/2014

CreditoImpostaSicilia (file in formato .exe trasferibile – 5,80 MB)

SIC2011_103 Connessione analogica – exe

SIC2011_103 Connessione ADSL – exe Software per utenti Macintosh Icona di Verifica Firma SoftwareSoftware ICIS versione 1.0.3 del 03/02/2014

CreditoImpostaSicilia (file in formato .zip trasferibile – 5,21 MB)

SIC2011_103 Connessione analogica – zip

SIC2011_103 Connessione ADSL – zip

Aggiornamenti

10/10/2013 – Ampliato l’intervallo temporale di riferimento dei protocolli oggetto di rinuncia

Invio del file

Per accedere al servizio è necessario registrarsi ai servizi telematici.

Il servizio consente la presentazione telematica di qualsiasi documento già precedentemente compilato in formato elettronico. L’Agenzia delle Entrate fornisce i software di compilazione ma è comunque possibile utilizzare qualsiasi prodotto disponibile sul mercato; in questo caso è necessario verificare la coerenza dei dati con le istruzioni fornite dall’Agenzia, utilizzando la procedura di controllo che segnala immediatamente eventuali difformità.

Ricevute

Per accedere al servizio è necessario registrarsi ai servizi telematici.

Le ricevute dei documenti trasmessi sono disponibili nella sezione “Ricevute”. Per ogni documento inviato telematicamente e regolarmente acquisito dal sistema, viene predisposta una comunicazione di avvenuta presentazione. Se, invece, i dati trasmessi non sono corretti, il sistema produce una comunicazione di scarto. Gli utenti Fisconline possono visualizzare e stampare la comunicazione direttamente dal sito web. Gli utenti Entratel devono scaricare il file con le ricevute sul loro computer ed elaborarlo con l’applicazione Entratel.

Normativa e prassi

Legge regionale 17 novembre 2009, n. 11 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 53 del 20/11/2009)

Decreto dirigenziale n. 3 del 1° febbraio 2010 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 7 del 12 febbraio 2010), modificato dal decreto dirigenziale n. 266 del 2 agosto 2010 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 36 del 13 agosto 2010)

Decreto dirigenziale n. 266 del 2° agosto 2010 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 36 del 13 agosto 2010)

Decreto assessoriale n. 91 del 1° marzo 2011 – di approvazione istanze e istruzioni

Decreto assessoriale n. 485 del 9 marzo 2011 –

Decreto assessoriale n. 104 del 14 marzo 2011 –

Decreto assessoriale n. 356 dell’08 luglio 2011 –

Regione Sicilia – Decreto del Dirigente Generale n.361 del 15 maggio 2012 –

Decreto assessoriale n. 536 del 14 settembre 2012 –

Decreto assessoriale n.561 del 15 ottobre 2012 –

Decreto assessoriale n. 413 del 6 settembre 2013 –

Decreto assessoriale n. 478 del 10 ottobre 2013 –

Legge regionale del 5 dicembre 2013, n. 21 – Articolo 2, comma 3 –

Decreto Assessoriale n. 12 del 21 gennaio 2014 – Prassi

Circolare n. 1 del 4 marzo 2011 –

Risoluzione n. 118 del 9 dicembre 2011 –

Pages: 1 2 3 4

    Stampa       Email

You might also like...

SELFIEMPLOYMENT, Al via il 1° Marzo i finanziamenti a tasso zero per i giovani che vogliono fare impresa

Read More →